Come arrivare a Lefkada, il paradiso greco nel Mar Ionio

Situata a cavallo tra le due isole greche del Mar Ionio, Corfù e Cefalonia, l’isola di Lefkada (o Lefkas) offre paesaggi caraibici e scenari tropicali. La sua caratteristica è quella di unire spiagge bianche e sabbiose a un mare cristallino, senza rinunciare nemmeno al verde rigoglioso che caratterizza i rilievi montuosi. Per raggiungere Lefkada non basta prendere un aereo o concedersi una traversata in mare: l’isola è collegata alla terraferma grazie a un ponte mobile lungo circa 50 km.

Lefkada, l’isola caraibica della Grecia

L’isola di Lefkada è uno dei paradisi greci più amati da visitatori e turisti che intendono concedersi momenti di relax e tranquillità lontano da tutti i rumori metropolitani e dimenticando la routine frenetica di ogni giorno. Unendo le spiagge incontaminate al mare cristallino, e la brezza delle montagne al verde dei prati, Lefkada è la meta ideale per trascorrere le proprie vacanze.

Ideale per gli amanti delle escursioni e delle passeggiate, ma anche per chi è più pigro e non vuole rinunciare alla tintarella e al bagno nel mare. L’isola di Lefkada si adatta a tutte le esigenze e non delude mai. Il lato occidentale, infatti, si presta a una vacanza selvaggia e attiva, offrendo prati, boschi e montagne ideali per mettere lo zaino in spalla e scoprire il territorio; mentre il lato orientale è caratterizzato da ampie spiagge di sabbia bianca e un mare cristallino che offrono uno scenario davvero caraibico.

Cosa vedere a Lefkada

Prima di arrivare sull’isola è utile programmare un percorso da seguire per non perdersi nessuna attrazione del territorio. Partendo proprio dal capoluogo e dal porto di Lefkada Città, è possibile vedere da un lato le spiagge caraibiche e dall’altro le case pittoresche che si affacciano sul mare. Oltre a questo si possono percorrere anche le strette vie del centro e scoprire cosa nasconde il piccolo borgo dai mille colori. Interessante anche notare le tegole delle case e le piazze che si trovano qua e là.

Nel capoluogo sono imperdibili il Museo di Fonografi e Vecchi Ricordi, la Biblioteca Pubblica e la Collezione di Icone Postbizantine, il Museo Archeologico e il Museo Folcloristico. Infine, immancabile la visita al Castello di Agia Mavra (costruito nel 1300) e la visita al Parco Bosketo, che ospita importanti busti di personalità che hanno segnato la storia della città.

La leggenda dell’isola di Lefkada

Acclamata anche tra le righe del poeta greco Omero, l’isola caraibica di Lefkada in Grecia è la meta preferita anche dagli italiani. Soprattutto in primavera è possibile ammirare la fioritura dei boschi e la bellezza di un paesaggio che rimane impresso facilmente nella mente.

Secondo la leggenda, inoltre, tra le scogliere che danno a picco sul mare, si celerebbe anche il luogo di sacrificio degli innamorati. Inoltre, sempre tra queste scogliere rocciose dal colore bianco avrebbe trovato la morte la poetessa Saffo.

Come raggiungere l’isola di Lefkada

Come anticipato, l’isola di Lefkada è collegata alla terraferma grazie a un ponte mobile lungo circa 50 km. Grazie a tale collegamento, percorribile in auto o in moto, l’isola è raggiungibile con qualsiasi mezzo alternativo all’aereo o alla nave.

Per chi sceglie di raggiungere l’isola in aereo, occorre fare scale a Preveza, nel Golfo di Amvrakikos. L’aeroporto è chiamato Aktion National Airport o anche Lefkada Airport. Da lì è necessario sfruttare i taxi, gli autobus o eventualmente prendere a noleggio auto o moto. Proseguendo per 25 km circa si raggiungere l’isola incontaminata. In alternativa, sempre sfruttando l’aereo è possibile fare scalo ad Atene (distante circa 380 km da Lefkada) o eventualmente a Corfù per poi raggiungere l’isola in traghetto.

Per chi, invece, preferisce arrivare sull’isola con la nave è possibile sfruttare i collegamenti dagli scali italiani di Ancona, Venezia, Brindisi e Bari che raggiungono proprio il porto locale di Igouminitsa. Da qui è necessario percorrere altri 130 km noleggiando un’auto o una moto oppure sfruttando i taxi e gli autobus. Un’alternativa perfetta per scoprire l’isola in autonomia!

È possibile, infine, raggiungere l’isola grazie ai collegamenti via terra e attraversando proprio il ponte mobile che la separa dalla terraferma. Esistono, infatti, numerosi autobus che fanno scalo in diverse città italiane come Roma, Napoli, Salerno, Avellino e Brindisi e sono diretti sull’isola di Lefkada. Sempre in pullman si possono sfruttare i collegamenti che da Atene arrivano sull’isola, percorrendo un tratto di circa 300 km.