Cosa vedere a Messina

La “Signora dello stretto” è la prima città che accoglie chi approda in Sicilia dalla terra ferma. È anche per questa sua posizione strategica che Messina oggi si presenta come un mosaico colorato di culture, storie e arti diverse. Dalla Magna Grecia all’insediamento dei Romani, dai Bizantini all’eredità normanna e così via. Messina è ben più di una città di passaggio e il suo vivace centro culturale ti stupirà – per non parlare della sua tradizione enogastronomica. Che sia meta di una tappa di un giorno o di un viaggio più lungo, ecco qualche consiglio su cosa vedere a Messina e vicino a Messina.

La prima bellezza messinese da vedere si presenta al tuo arrivo dallo stretto: è la Madonnina del Porto, una statua di 7 metri che benedice gli avventori. Ad accoglierti anche l’imponente struttura del Sacrario Cristo Re, che ti consigliamo di visitare. Passeggiando per il centro storico puoi immediatamente respirare il caleidoscopio di culture che arredano la città. La prima tappa obbligata è Piazza Duomo, dove si erge la Basilica di Santa Maria. La facciata merlata e decorata nasconde un interno di colorati mosaici (oltre che il secondo organo più grande d’Italia).

Nella piazza anche la fontana di Orione del Montorsoli, il campanile e l’orologio astronomico meccanico con planetario. Ogni giorno, alle 12, l’Ave Maria di Schubert fa danzare le figure in bronzo; non per niente, è il più grande e complesso al mondo. A due passi dal Duomo si trova poi Palazzo del Monte di Pietà, il cui vivace cortile ospita di frequente mostre, sfilate ed eventi culturali. Se sei un appassionato d’arte, aggiungi alla lista di cose da vedere a Messina anche il Museo Regionale. Esposti una ricca collezione statuaria e una fornita pinacoteca; fra le opere presenti anche contributi di artisti come Antonello da Messina, Caravaggio e Montorsoli.

Cos’altro vedere a Messina? Dopo tanta arte, concediti una passeggiata nell’elegante liberty della Galleria Vittorio Emanuele III, vicino al Teatro Vittorio Emanuele II. Caratteristici anche la Mostra dei Pupi siciliani e l’imponente sede del Comune di Messina, Palazzo Zanca. Fra una tappa e l’altra, naturalmente, assaggia più che puoi la cucina locale. Il pesce, naturalmente, domina la tavola insieme al profumo di origano: sarde a beccafico, pesce spada con pomodorini, olive e capperi, stoccafisso alla messinese. Da concedersi anche i dolci: pignolata e granite in primis. Al tramonto, suggella la bellezza della città affacciandoti sul panorama unico offerto dalla vista dal Santuario della Madonna di Montalto sul Monte della Caperrina.

Cosa vedere vicino a Messina

Se la tua permanenza a Messina te lo permette, non puoi proprio rinunciare a visitare anche i dintorni di questa splendida Provincia. Vicino a Messina troverai Taormina, un incantevole centro turistico rinomato per il suo Teatro greco-romano affacciato sul Golfo. Attraverso una striscia di sabbia, potrete raggiungere la sua Isola Bella, una piccola e rigogliosa riserva naturale immersa nel blu del Mar Ionio. Per chi ama il mare tappa obbligata nel vicino borgo di Tindari, con il suo santuario della Madonna Nera. Senza nominare lo spettacolo offerto dalle Isole Eolie, fatto di bianche scogliere su distesa turchese. Le Isole sono facilmente raggiungibili tramite traghetto o aliscafo da Milazzo.