Cosa vedere a Napoli

Capitale del Regno delle due Sicilie, Napoli conserva ancora lo splendore e la meraviglia della sua storia travagliata. Arte, cultura e paesaggi mozzafiato si mescolano in questa città che regala tutta la sua bellezza a chi fa tappa fra i suoi vicoli e le sue piazze. Cosa vedere a Napoli? Il capoluogo campano si presta tanto a una visita di passaggio di un giorno quanto a soggiorni più lunghi. Fra i tesori da scoprire siti storici, musei, scorci incantevoli e anche una vivace offerta di negozi e centri di movida. Per non parlare del turismo gastronomico. Da dove cominciare?

Per una vista mozzafiato dall’altro sull’intera città esistono diversi punti panoramici. Il più celebre è probabilmente quello offerto dal piazzale San Martino, un belvedere dal quale ammirare l’intero agglomerato urbano raggiungibile attraverso delle scalette che ripagano di tutta la fatica. Sullo sfondo, il profilo del Vesuvio a fare da guardia all’intero porto. Alle spalle, il colle Vomero presidiato da Castel Sant’Elmo e dalla Certosa di San Martino. Una volta presa visione di tutta la città, puoi addentrarti per le sue strade. Scendendo lungo la Pedamentina, un’antica e lunga scalinata, si accede direttamente ai Quartieri Spagnoli.

Protagonisti indiscussi di film e serie tv ambientate a Napoli, i Quartieri Spagnoli si snodano fra cronaca e leggenda. Attraversarli permette di respirare una parte di città pittoresca e quasi ferma nel tempo rispetto al caos cittadino del centro urbano, fra altarini votivi, murales dedicati alle leggende del calcio e banchetti di cibo di strada. Una tappa che merita un passaggio. Ricalcano quest’atmosfera suggestiva anche le due strade più celebri della città. La prima è Spaccanapoli, un’animata via fatta di banchetti, botteghe, negozi e bar in cui la cultura partenopea si racconta fra colori accesi e profumi intensi. Di qui, si raggiunge a piedi anche San Gregorio Armeno, il vicolo noto per la tradizione del presepe in cui tutto l’anno si espongono, vendono e producono pupi intagliati. Una vera e propria arte.

Tornando poi per il centro, tappe obbligate sono Piazza del Plebiscito, il Teatro San Carlo con la Galleria Umberto I e Palazzo Reale. Da questa zona si accede facilmente anche al Maschio Angioino, un castello dai pregiati arredi interni che svetta su Napoli con le sue cinque torri e che ospita anche il Museo Civico. A proposito di storia, se la tua tappa a Napoli si protrae per più di un giorno dedica almeno una mattinata alla visita di Napoli Sotterranea. Un percorso archeologico attraverso tunnel e cisterne che raccontano una storia millenaria, dai romani alla Seconda Guerra Mondiale. Attenzione ai claustrofobici: il tour raggiunge fino a 40 metri di profondità.

Per quanto riguarda la movida serale, il quartiere Mergellina offre sicuramente diversi spunti per bere un cocktail in un’atmosfera calda e vivace o per gustarsi una pizza a regola d’arte con vista mare. Se stai stilando una lista su cosa vedere a Napoli non puoi, infatti, non dedicare parte della visita alla scoperta gastronomica della città, che oltre alla pizza (fritta da passeggio o al piatto) offre anche una golosa varietà di dolci e una cultura marinara del pesce. Per una bevuta serale accomodati anche in via Toledo o piazza Bellini. Passeggiando lungo il lungomare Caracciolo è possibile raggiungere anche il Castel dell’Ovo, costruito su un’isoletta e dal quale godere di un magico panorama su tutto il Golfo.